Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for novembre 2008

Dato che è da molto che non parlo di anime, e dato che ho bisogno di distrarmi, dato che il film di cui al post sotto si parla mi ha depresso in un modo imprevisto, farò un breve aggiornamento!

Anime che sto attualmente seguendo:

Casshern Sins

casshern_sins

Devo ringraziare Mentore per avermi condotto alla scoperta di quest’anime, che in verità mi sta piacendo veramente ma veramente tanto! L’ambientazione oscura, i sentimenti dei personaggi che si incontrano episodio per episodio, il passato del protagonista, il suo viaggio alla scoperta di se stesso… Mi ha colpito, c’è poco da dire! Poi i disegni sono qualcosa di davvero caratteristico! Ogni settimana aspetto con trepidazione la nuova puntata!

Earl and Fairy

earlandfairy

Anche questo molto bello, mi piace molto il Conte, ma soprattutto l’ambientazione vittoriana e l’aggiunta dell’elemento magico. Sicuramente un anime che per soli questi due elementi non mi potevo far sfuggire! Per il momento la storia sembra davvero interessante, anche se per cause di forza maggiore (depressione post Twilight) non sono ancora andata oltre la quarta puntata…

Natsu no sora

natsunosora

Anime a cui è dedicata la testata del blog (almeno temporaneamente, si sa che la cambio spesso…). Bello, ma non tanto per la storia, che è comunque bellina a suo modo, anche se non è ancora decollata (sono ferma anche qui al quarto episodio), ma più che altro per i fondali, sono davvero spettacolari!!! Poi l’anime trasmette un senso di tranquillità assai piacevole…

Nodame Cantabile – Parsis Hen –

nodame-paris-hen

Bè, poteva mancare alla lista?? Sempre per lo stesso motivo, questa settimana non sono riuscita a vedere l’ultima puntata uscita, ma ciò non toglie che sia fantastico! Io quella storia la amo, non mi stancherò mai di ripeterlo! Inoltre l’anime è più fedele al manga, quindi aggiunge qualcosina che manca negli speciali del drama!

Vampire Knight Guilty

vampireknightguilty

Degno della prima serie! Le musiche sempre meravigliose, di quelle che ti riascolti fino alla nausea, poi la storia come al solito avvincente e seducente! Dato che il manga non è finito, spero che si abbia in cantiere anche una terza serie!

Zero no Tsukaima – Princess no Rondo –

tsukaimarondo

Fanservice a volontà, ma la storia è comunque bellina, anche se dopo un pò la continua gelosia di Louise e la rimbambaggine (credo di aver coniato una nuova parola! 😛 ) di Sato stancano un pò, spero almeno che la fine sia una fine degna di questo nome!

XxxHolic – Kei –

xxxholickei

Per finire! Anche questo degno della prima serie, anche se troppo breve! T_T Meno male che il manga durerà ancora per un bel pò (tempi italiani)…

Piccolo aggiornamento, già che ci sono, anche per quanto riguarda i drama!

Drama che sto attualmente seguendo:

Damo

damo

Bello, ma non riesco a finirlo! Temo l’inevitabile finale tragico, quindi le ultime quattro puntate continuano a restare in sospeso…

Oh! My Girl!!

ohmygirl

Drama spassosissimo, con un straordinario Mokomichi, che con quei capelli neri alla Chiaki non sta affatto male! 😛 La bambina in realtà non mi sta simpaticissima, ma serve allo scopo, quindi l’accettiamo!

Room of King

roomofking

Drama carino sì, ma non troppo. Oltre a qualche gag occasionale e la presenza di Hiro-kun, dopo tre puntate non sono ancora riuscita ad afferrarne il senso e la trama…

Sailor Moon

sailormoonlive

Drama che guardo una puntata un giorno e l’altra puntata il mese dopo! 😛 Non va preso come qualcosa di serio, sarebbe certa delusione, ma preso con lo spirito giusto risulta davvero utile in momenti tristi, quando si ha bisogno di tirarsi su! Non si può non ridere delle facce dell’attrice che fa Usagi (Bunny), delle sue cosce grosse (proprie da guarriera sailor!!), degli effetti speciali che fanno un baffo a quelli dei Power Ranger!

Bè credo di aver concluso… Ora continuerò a crogiolarmi ancora un pò nella mia depressione… (-_-,) Cito ciò che dissi nel post dedicato a Breaking Dawn:

Ora tutte le mie aspettative sono rivolte verso quel film, e spero vivamente di non andare incontro ad un’altra delusione. Stavolta potrei non reggere il colpo. Twilight gode di una stima davvero troppo alta nel mio cuore per poter sopportare di assistere alla sua rovina davanti ai miei occhi.

Quanto mi conosco…

Read Full Post »

Credo che una vera e propria maledizione si sia abbattuta sulle opere della Meyer e derivati… Ma sebbene fossi rimasta schockata dal libro che metteva la parola fine alla storia, niente ha comunque intaccato la sacralità del primo libro, Twilight, che ti fa sognare come pochi libri riescono davvero a fare. Delusa poi da Breaking Dawn appunto, le speranze e fantasie si sono concentrate, come avevo già spiegato, sul film, che trailer dopo trailer, mi diventava sempre più caro ed atteso…

Dopotutto sarebbe stato davvero difficile che da una storia tanto bella potesse venir fuori qualcosa di improponibile. Solo una cosa poteva far avverare questo presagio, ovvero intaccare la figura di Edward. E così purtroppo è stato… Edward è il personaggio cardine di quel libro, è colui che ha ispirato le fantasie di tutte noi lettrici. Edward, ragazzo dalla parlantina brillante, immagine dell’eleganza, spiritoso, dotato di una cavalleria di un altro secolo, e con quel sorriso sghembo che incantava Bella, e insieme a lei noi… Nel film Edward non c’è. C’è un personaggio con il suo stesso nome che si aggira fra le scene e ricopre il suo posto nella storia, ma è un’altra persona: è goffo, con lo sguardo quasi sempre da allucinato, per niente spiritoso, piuttosto pedante, e con un’intelligenza che si fatica davvero a cogliere. A questo punto ci si chiede come lei si sia potuta innamorare di una persona del genere, ma dettagli. Perchè va detto anche che la fase dell’innamoramento manca, ci sono un paio di dialoghi dove lui dà sfoggio di tutte le caratteristiche sopracitate, e poi si arriva alle dichiarazioni ufficiali. Comunque, chiusa questa piccola ma importante parentesi, va detto che questa non è l’unica pecca del film (anche se sarebbe stata suffciente a spezzare inevitabilmente il cuore di tutte noi povere lettrici). Perchè piace quel libro (oltre che per Edward ovviamente)? Per quelle famose scene che arrivano quando più lo desideri e che ti fanno fermare il cuore e ti fanno respirare al ritmo del respiro di Bella. Bè, quelle scene non ci sono, e, se ci sono, non ci sono. Difficile da spiegare chiaramente… Faccio un esempio: Port Angeles, quello è uno dei miei capitoli preferiti in assoluto. Perchè? Perchè proprio quando pensi “impossibile che succeda davvero”, quel qualcosa succede, e, inspiegabilmente, ti si riempie il cuore. Inoltre è uno dei capitoli più intensi, per il fatto che Bella a questo punto intuisce la vera natura di lui, ma allo stesso tempo ne è attratta, ed Edward che è tormentato, perchè sa che è pericoloso starle accanto, ma allo stesso tempo non può farne a meno, e combatte fra il desiderio di rivelarle tutto di se stesso e la paura che così la farebbe scappare… Scene ricche di tensione ed elettricità. Ma nel film Edward più che un eroe, sembra un pazzo squilibrato che la pedina, e al ristorante, altro che conflitti interiori! Senza problemi fa partecipe Bella delle sue facoltà sopranaturali come se niente fosse! Ma si sarebbe potuto rimediare nella scena successiva, con la famosa chiaccherata in macchina, ma anche qui niente. Il tutto viene bruscamente interrotto dal ritrovamento di un cadavere, DI CUI NON CE NE FREGA NIENTE!

Quello che però mi fa più soffrire è che sarebbe bastato davvero poco per renderlo un film migliore, infatti non tutto è da buttare, ci sono pezzi dove la regista ci propone immagini davvero carine, come quando Edward e Bella scappano in macchina da James e lei vede dal finestrino i suoi compagni di scuola che escono da un locale allegri e spensierati, che fa un bel contrasto. Poi ci sono pezzi dove intravediamo il VERO Twilight, come nella scena del ballo, in quella della partita da baseball, e ad un certo punto scorgiamo anche il VERO Edward, ovvero qua:

Edward versione vero Edward

Scena che dura si e no due secondi… Sarebbe bastato protrarre questo Edward (il vero Edward) per tutto il film ed aggiungere quelle scene che rendono il libro tanto speciale, e forse il film avrebbe un tantino di più meritato il suo titolo. Il fatto che fa rabbia è che queste scene vengono sacrificate in favore di altre inventate di sana pianta (gli omicidi di James & CO), di cui a nessuno importa assolutamente niente! Si vien meno al nucleo della storia, ovvero l’amore fra i due, un amore tanto profondo quanto impossibile… Dove sono i sentimenti, dov’è la passione??

Questa non è la solita delusione da film “ma il libro è più bello”, il fatto è che qua il libro non c’è proprio! Si intitola Twilight, ma è qualcos’altro! Un gran vero peccato…

Read Full Post »

Voglia di vacanze…

Dicembre si avvicina, e io intanto canticchio per giornate intere le canzoni dei Muppets… (in italiano magari!)

Vodpod videos no longer available.

more about “Voglia di vacanze…“, posted with vodpod

Read Full Post »

Cio’ che Breaking Dawn non mi ha reso possibile, Brisingr me l’ha reso fin troppo facile! E’ infatti con immensa gioia ed emozione che mi permetto di profilarmi in complimenti per l’ennesima prova di ingegno che, quel che in principio era solo un adolescente, ci ha regalato.

Sin dalle prime pagine sparisce quell’amarazza che la Meyer ci ha lasciato e ci ritroviamo subito immersi nel mondo fantastico di Algaësia. Le battaglie non si fanno attendere (sebbene i partecipanti si possano contare sulle dita di una mano, ma poco importa, il richiamo all’azione c’è e si sente), e le pagine scorrono con descrizioni più mature rispetto ai libri precedenti, con mio grande piacere! Nonostante il libro non sia colmo di colpi di scena come i precedenti, e le battaglie siano sporadiche e a scala più ridotta, la storia e’ bella, non ci son dubbi. Non e’ stata affatto malvagia l’idea dell’autore di soffermarsi maggiormente nell’introspezione psicologica dei personaggi e dei loro rapporti, cosa che confida lui stesso nei Ringraziamenti.

Come nel caso precedente, il titolo del libro viene spiegato solo verso la fine, dove il lettore inizia ad avvertire un certo senso di ansia notando l’assottigliarsi del volume delle pagine che lo separano dalla fine. Si, perché Paolini ci ha abituati a finali che mettono l’acquolina in bocca, dove tutto ciò che non succede in 600 pagine, succede in poche righe. Questo certamente non e’ da meno, non mancano rivelazioni sconcertanti e colpi di scena imprevisti.

Unica nota dolente se vogliamo e’ la quasi totale assenza dalla scene di Murtagh, colui che non mi vergogno a considerare come il mio personaggio preferito. Se non altro, quelle poche pagine in cui compare fanno trasparire la sua volonta’ di recidere il legame che lo lega insolubilmente a Galbatorix, questo mi fa ben sperare.

Per concludere quindi, dirò ciò che non ho potuto per la recensione precedente: la lunga attesa che hanno dovuto patire i fan della serie e’ stata, a mio giudizio, ampiamente ricompenstata, ottimo lavoro Christopher Paolini!

Read Full Post »

Due uscite importanti hanno segnato la data del 30 ottobre: Brisingr (terzo libro della saga di Eragon), e Breaking Dawn, ultimo libro della saga di Edward e Bella. Dal titolo si intiusce, intendo parlare di quest’ultimo, dato che è stato il primo su cui ho avuto la possibilità di metter le mani (Brisingr è arrivato solo ieri…).

bdcover

Allora, purtroppo non mi trovo affatto piena di buoni propositi riguardo il post, infatti è con sommo dispiacere che dovrò trasformare questo post che mi immaginavo pieno di tristezza per la fine della serie, ma anche pieno di gioia per quanta soddisfazione mi aveva dato leggendolo, in un post destinato quasi unicamente alla critica.

Il libro sembra davvero un qualcosa di assolutamente forzato, come se l’autrice fosse costretta (e per me lo è davvero stata) a dover riempire quelle pagine contro la sua volontà, perchè, per tutto il libro, non succede niente. Una mia amica ha detto “sembrava di leggere un Harmony“, non le posso dare del tutto torto. La storia ruota intorno a semplici avvenimenti di vita quotidiana, resi naturalmente “straordinari” (nel senso che evadono dall’ordinarietà) dal fatto che comunque si tratta di un amore con un vampiro, ma togliendo il fattore soprannaturale, sono davvero semplici eventi da vita comune. Speravo davvero in un finale che rimettesse in piedi un briciolo del valore che hanno per me gli altri libri, ma niente, tutto sfuma e scorre, pagine riempite non si sa come. Perchè alla fine ti chiedi davvero come, seppur non succeda niente, si sia riusciti a riempire quasi 700 pagine (anche se è meglio non toccare il fattore pagine, per il quale all’inizio ero davvero raggiante…). A malincuore lo devo ammettere, una delusione. Solo ciò che mi faceva provare leggere gli altri libri della serie mi spingeva a continuare, mi continuavo a ripetere “l’autrice è la stessa, sono sicura che alla fine non mi deluderà, nel prossimo capitolo sicuramente, nel prossimo capitolo…”, poi è arrivato il capitolo finale.

Se non sbaglio braking dawn ha, tra gli altri significati, anche quello di abbattere (o almeno così la pensa il mio dizionario), forse, dietro l’incantevole titolo apparente di alba nascente, il titolo andava preso come un avvertimento: “guardate che abbatterà quella gioia ultraterrena che vi ispiravano gli altri libri“, “guardate che abbatterà l’immagine che avete del perfetto Edward (questo non doveva farlo!)”, “guardate che abbatterà ogni vostra speranza di un finale coi fiocchi“. Adesso penso davvero che fosse un avvertimento dell’autrice che, legata da resistenti catene, costretta sotto minacce dagli editori a scrivere pagine pagine e pagine, voleva davvero far sapere ai suoi cari lettori che lei non voleva! Lasciate che continui a pensarla così (magari le catene e le minacce sono elementi esagerati… Forse).

Infine dico questo: io non adoro la storia fra Bella ed Edward, la venero, così come considererò per sempre Edward una figura perfetta e (alla Bella) divina. Considererò quest’ultimo libro come un incidente di percorso, tanto davvero non riesco a considerarlo il continuo degli altri, per me la fine non è ancora stata scritta. Per questo forse non riesco neanche ad essere del tutto amareggiata, la mia mente rifiuta la realtà. Certo, non posso dire che no mi abbia dato un certo piacere leggerlo, dopotutto ero in astinenza da Edward per un anno, quindi leggere pagine in cui il suo nome compariva era davvero confortante in ogni caso, però, ripeto, il contenuto in sè è stato deludente.

Fortuna che l’oggetto attuale delle mie speranze non è molto lontano, e posso quindi sperare di trovar presto conforto (e di rituffarmi in pieno in quelle sensazioni che il primo libro mi aveva fatto provare). Infatti ricordo che a breve esce il film tratto dal primo romanzo della serie, Twilight (che resta il migliore in assoluto). Da poco sono usciti i vari trailer, e, se all’inizio ero davvero scettica riguardo agli attori (Edward in primis, ma nessun attore sarebbe mai potuto andare bene dovendosi confrontare con quell’immagine di perfezione), ma vedendo e rivedendo i trailer ammetto che lo scetticismo sta scomparendo piano piano.

Ora tutte le mie aspettative sono rivolte verso quel film, e spero vivamente di non andare incontro ad un’altra delusione. Stavolta potrei non reggere il colpo. Twilight gode di una stima davvero troppo alta nel mio cuore per poter sopportare di assistere alla sua rovina davanti ai miei occhi.

Concludo il post con una sorta di post alternativo, ovvero un post dentro il post che vuole essere una specie di surrogato di come volevo che questo post fosse realmente, avverto però che ci sono spoilers (se così li si può definire dato che comunque riguardano le prime pagine del libro, le uniche che adesso voglio salvare).

(altro…)

Read Full Post »