Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for giugno 2010

Pushing Daisies

Un giorno dovrò assolutamente dedicare un post a quella meraviglia che è Tumblr! Alla faccia dell’inutilità dei social-network, Tumblr si è dimostrato utile quasi come un amico: quando ero triste mi ha mostrato immagini divertenti, o picspam di commedie mai viste, e quindi poi viste; quando ero felice, premiava il mio umore facendomi ascoltare le musiche dei vecchi classici Disney; quando ero annoiata, mi faceva scoprire nuovi tumblog dedicati ai miei personaggi/film/telefilm/cartoni preferiti! Ed anche oggi son qui a parlarvi di questo favoloso telefilm solo grazie ad esso. E, come direbbe la voce narrante del telefilm appena citato…

Ecco i fatti: mi trovavo come al solito a sfogliare le pagine di tumblr ascoltando nel frattempo la colonna sonora del Doctor Who (sono riuscita a citarlo!! XD), quando ad un tratto ecco che trovo quest’immagine

E poichè non capivo una parola del senso della conversazione, ecco cosa nel frattempo stava elaborando il mio cervello influenzato dalle immagini:

Ned: blablabla
Chuck: blablabla
Ned: blablablablabla
Chuck: blablablablablablablablablablablablablabla
Ned: blablabla
Narratore: Lui mentì.
Chuck: blablabla
Narratore: Anche lei mentì.

Dove blablabla sta per situazione-sicuramente-romanticosa-dove-ci-sono-mille-ostacoli-al-loro-amore-e-per-questo-mentono! Questi sono i risultati di una scarsa conoscenza dell’inglese! XD Comunque, se già la mia interpretazione del blablabla mi aveva incuriosito, ciò che in 5 secondi mi ha portato poi alla visione della prima puntata, è stata la presenza del narratore. Voglio dire, ogni quanto si vede un telefilm col narratore?? Non è qualcosa di fantastico??? Quindi via di corsa a vedere il pilot, ed ecco cosa vidi:

Ora, non è meraviglioso?? Davvero, non riesco a trovare parole o pensieri migliori! Tutto è già chiaro dall’intro, ma la trama si svilupperà poi in questo modo: un investigatore privato scopre i poteri del caro Ned, il fabbrica torte, quindi chiede il suo prezioso aiuto per risolvere facilmente omicidi per riscuotere la ricompensa, ossia porta Ned in obitorio, gli fa toccare la vittima, dopodichè un semplice “chi ti ha ucciso?” con relativa risposta in meno di un minuto (ricordare: dopo 60 secondi se Ned non ritocca il non-più-morto, un’altra persona morirà al suo posto), ritocco, e il gioco è fatto! Senonchè un giorno il cadavere che gli toccherà interrogare sarà proprio quello della sua amica d’infanzia di cui è sempre stato innamorato: Chuck! Ed allora non ha il cuore di ritoccarla una seconda volta, e un pò egoisticamente decide di lasciarla in vita, facendo morire al posto di lei un grassone senza cuore che depredava le tombe altrui (questo attenuerà i sensi di colpa del fabbrica torte! :P). E da quel momento in poi tutto sarà magico, l’amore fra Ned e Chuck sarà una delle cose più zuccherose che abbiate mai visto (ed il fatto che i due non si possano toccare renderà il tutto ancora più favoloso e romantico), ma il tutto è condito con omicidi surreali e fantasiosi, personaggi burtoniani (o meglio, specifichiamo date le recenti delusioni: del vecchio Tim Burton), atomosfere alla Big Fish e alla Roald Dahl, e un narratore (sì, l’elemento “narratore” l’ho adorato!). Piccola nota per le zie di Chuck: sembrano un ibrido fra le vecchiette del piano di sotto di Coraline e le zie cattive di James di James e la Pesca Gigante. Meraviglioso!

E poi, vogliamo parlare della colonna sonora?? È semplicemente perfetta. Una musica da favola per un telefilm da favola. Naturalmente è già sul mio iTunes!

L’unico difetto della serie si può riassumere in tre parole: solo due stagioni. Come un piccolo gioiello come questo abbia solo 22 episodi è uno dei grandi misteri dell’umanità, ma tant’è. In ogni caso sono 22 episodi uno più bello dell’altro, da vedere, rivedere e rivedere un’altra volta!

E dato che sicuramente a chi ha letto questo post è bastato vedere i primi minuti della prima puntata per convincersi a vedere la serie, non ho più niente da dire, se non: bello.

Concludo quindi con uno scambio di battute fra Ned e Chuck, uno fra i più belli, romantici e dolci:

Ned: Tutti vogliamo cose, ci svegliamo ogni giorno con una lista chilometrica delle cose che vogliamo, e passiamo la vita cercando di averle. Ma, solo perchè le vogliamo, non vuol dire che servano per essere felici.
Chuck: E tu di cosa hai bisogno per essere felice?
Ned:
Di te.

Questo, e molto di più, signore e signori, è Pushing Daisies.


P.S.: ma già il titolo, Pushing Daisies, non è meraviglioso?? Ok, la smetto! XD Ho detto più volte oggi la parola “meraviglioso” che in tutta la mia vita!

Annunci

Read Full Post »