Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for the ‘Fumetti’ Category

Quando si dice i casi della vita…

Questa primavera mi ero ri-fissata con PK, ed ecco che il Corriere della Sera fa uscire la collana “PK il mito“, ora, mi fisso con la collana dei classici della letteratura Disney, e il Corriere cosa fa? La ripubblica tutta! O_O

Classici della letteratura Disney

E non solo ripubblica i “vecchi” 30 titoli, ma ne aggiunge 10 inediti! *_*

Ora, cosa può fare una povera ragazza come me?

  1. Saltellare dalla gioia;
  2. riflettere sul fatto di aver già una buona decina di volumi della vecchia serie;
  3. fregarsene e pensare seriamente di ricomprarli tutti! XD

Sì, perchè averli tutti e nuovi è una tentazione a cui difficilmente saprò resistere… Ma, se io posso aver dubbi sull’acquisto, ciò non dovrebbe esser permesso a coloro che ancora non hanno potuto leggere queste divertentissime e meravigliose parodie dei capolavori della letteratura in chiave Disney (di cui avevo parlato anche di recente)!

Quindi, fate un favore a voi stessi: il 27 correte in edicola a prendere il primo volume, “Paperino e il Canto di Natale” (a solo 1 euro!), vedrete che vi conquisterà!

Io nel frattempo per decidere farò “testa o croce”… con una moneta truccata! XD

Annunci

Read Full Post »

Ed eccoci qua con la terza parte! Mentre l’anno scorso mi ero totalmente persa nel mondo dei manga (con la scusa degli sconti del 40% su amazon ne avevo acquistato montagne! XD), quest’estate è stata invece all’insegna dei fumetti americani! Ma di quel periodo ne ho già parlato quando avevo commentato alcuni numeri 1 dei Nuovi 52. Invece l’avvicinarsi del Lucca Comics mi ha ispirato, “a causa” dei tanti annunci, l’acquisto e la lettura di diverse graphic novels… L’anno scorso mi aveva fatto scoprire Blacksad (e mi aveva permesso di fare la figura della fan scema davanti a Jeff Smith, ma questa è un’altra storia! XD), quest’anno… be’ mi ha fatto spendere tutti i miei averi allo stand della BAO Publishing! XD

In ogni caso se cercate un regalo per qualcuno, le graphic novels sono probabilmente la risposta giusta! Sono storie illustrate, ma non solo… spesso e volentieri sono pura arte! Fra i consigli non citerò END, perchè non mi ha del tutto convinto, ma quel volume è puro nutrimento per gli occhi! Ogni vignetta è un quadro, con una cura dei dettagli davvero impressionante… Be’, forse in effetti potreste anche farci un pensierino! 😛 L’edizione è straordinaria, e il prezzo davvero contenuto. Ripeto, non lo inserirò nei consigli, perchè citerò solo le opere che mi hanno conquistata sul serio, però… anche questo sarebbe un regalo niente male!

Ma bando alle ciance, iniziamo questa terza parte, dedicata ai…

FUMETTI & GRAPHIC NOVELS

Il primo consiglio sarà un po’ inutile, perchè gli amanti del genere l’avranno sicuramente già letta… Credo di essere l’unica pirla ritardataria, ma, vabbè, si dice “meglio tardi che mai”! La prima graphic novel consigliata è: Watchmen!
Non so davvero perchè io abbia tardato tanto a leggerla, eppure il film mi era piaciuto moltissimo, e conoscevo Alan Moore (l’autore) da tempo… Mah, le strade della vita sono infinite, l’importante è aver imboccato alla fine quella giusta! 😛
Comunque, per quelli che non masticano il genere, sappiate che Watchmen è considerato il romanzo grafico più importante del XX secolo, vincitore del premio Hugo e inserito dal Time nella lista dei migliori romanzi in lingua inglese dal 1923 ad oggi! Dovrei avervi già incuriosito, ma aggiungerò che leggere Watchmen significa fare un’esperienza di lettura completamente diversa dal solito: la lettura non può essere passiva, spesso devi capire, spesso devi interpretare, e alla fine vieni posto davanti ad una scelta. È una storia ricca di sfaccettature, impregnata di filosofia, condita da una regia originale e affascinante… e sì, poi c’è quella scelta. Può esistere una distinzione netta fra bene e male? Cosa è giusto e cosa è sbagliato? E… il fine può giustificare i mezzi?
Cos’altro posso dirvi? Dovete farvi un regalo e leggerlo, assolutamente! La Lion sta pubblicando in questo periodo gli spillati, ma potete tranquillamente trovare l’opera completa nel volume 26 della collana I Classici del fumetto di Repubblica Serie Oro!

Passiamo ora da un classico ad un autore emergente: ZEROCALCARE. Zerocalcare è un autore italiano, è un autore italiano di fumetti, è un autore italiano di fumetti con un armadillo. È spassosissimo. Ma, soprattutto, Zerocalcare è uno di noi, con i nostri stessi pensieri, con le nostre stesse paure, con le stesse nostre paranoie… solo che non li nasconde, li mette per iscritto, li esorcizza con l’aiuto (??) del fedele Armadillo, e ci fa ridere (e riflettere). Per fortuna qua non ho bisogno di far grande propaganda, ha un blog, leggetevi un paio di sue storie, e, dopo, l’acquisto dei suoi libri vi verrà naturale!

Restando sempre in patria, consiglio ora uno dei miei acquisti preferiti al Lucca Comics: Sky Doll! Sky Doll è una storia che ci porta in un mondo futuristico, dove rivediamo il nostro passato: la Chiesa è al potere, c’è una faida religiosa, se qualcosa torna comodo ai potenti, non vi è peccato (vedi Crociate e compagnia non troppo bella). Qui non è peccato “farsi servire” dalle bambole, macchine del… dell’autolavaggio! XD Ma non è peccato solo se la bambola in questione è una Sky Doll originale! Alleluia fratelli!
La protagonista della storia è Noa, una Sky Doll un po’ particolare, infatti sembra essere molto di più di una semplice bambola meccanica…
Si parte quindi da presupposti non esattamente felici e allegri, ma raccontati con mille colori, e in particolare con il fuxia e il blu elettrico della protagonista! Un volume preziosissimo e con una storia coinvolgente, misteriosa e originale! Forza, forza… aggiungete alla lista dei desideri!

Abbandoniamo ora i colori per una storia in bianco e nero dal gusto dolceamaro… Addio, Chunky Rice! di Craig Thompson. Non fatevi ingannare dai due animaletti coccolosi (odio la parola “coccolosi”, ma almeno rende l’idea) della copertina. La storia della tartaruga Chunky e della topolina Dandel è una storia di affetto, di amore, di separazione. È una storia ricca di malinconia che va letta in solitudine, ma che va assimilata fra le braccia di qualcuno. È il regalo perfetto da fare agli amici, perchè il messaggio che si legge “fra le onde” è semplice, ma profondo: ti voglio bene.

Poi poi poi… non rientra esattamente in nessuna delle due categorie, ma lo inserisco comunque qui, perchè… be’, ha le parole, e ha le illustrazioni! XD Restando sempre in tema di storie dolciamare, vi presento Cyrano di Rébecca Dautremer e di Tai-Marc Le Thanh (moglie e marito ♥ XD). La Dautremer è un’illustratrice francese molto famosa, e lo credo bene! Ogni sua opera è meravigliosa! *_* Potrei consigliarvi diversi suoi libri illustrati (in primis Principesse), ma Cyrano è in assoluto il mio preferito, sia perchè adoro la storia originale (Cyrano de Bergerac di Rostand), sia perchè ho apprezzato tantissimo l’idea di spostare le vicende dei protagonisti in Oriente, e sia… be’, per quegli splendidi disegni! *_* Fatevi un giro su internet per cercare le tavole, rimarrete incantati!

Concludiamo questa terza parte con un consiglio in linea con lo spirito del Natale: ritorniamo bambini e leggiamo le avventure dei cari “vecchi” Asterix e Obelix! Chi non ha mai visto i loro film? Chi non ha mai riso per quel tontolone di Obelix? E chi non ha provato dispiacere per le sorti di quei poveri Romani? (no, questa non credo! XD) In ogni caso, trasferiamoci in un piccolo villaggio della Gallia e riviviamo tutte le avventure dei nostri due vecchi amici, ma questa volta… sui fumetti!
La Mondadori ha poi da poco svolto un’eccellente opera di restaurazione (dopotutto le prime storie sono degli anni ’60), un motivo in più per concedersi questo tuffo nel passato! Le storie sono tutte autoconclusive, quindi si può scegliere l’albo che si vuole. Dato che adoro i film Asterix e Cleopatra e Asterix e la pozione magica, ovviamente i primi albi che ho preso son stati il n. 6 e il n.8, ma una volta che inizi, vorresti prenderli tutti, perchè divertono, e perchè sono un ponte con il passato.
Qui potete trovare l’elenco di tutti gli albi, e se guardate in basso nella pagina troverete anche un link che vi porterà ad una classifica delle storie più meritevoli.

E… that’s all!
Ecco quindi i CONSIGLI PER GLI ACQUISTI, categoria FUMETTI & GRAPHIC NOVELS:

  • Watchmen, di A. Moore e D. Gibbons;
  • La profezia dell’armadillo, di Zerocalcare;
  • Un polpo alla gola, di Zerocalcare;
  • Sky Doll, di A. Barbucci e B. Canepa;
  • Addio, Chunky Rice!, di C. Thompson;
  • Cyrano, di R. Dautremer e T. Le Thanh;
  • Asterix, di R. Goscinny e A. Uderzo.

Il nostro mondo è fatto anche di colori e di immagini, per questo motivo una storia, se illustrata, è una storia più reale.

… I consigli finiranno con il prossimo post, dedicato ai film! Coming soon! XD

Read Full Post »

Be’, non potevo non dedicare un post solo alla Disney! È una categoria a sè, e poi, soprattutto, è da mesi che ne sono completamente, totalmente ossessionata!

Per chi legge questo blog… vi ricordate quando pubblicai il post dedicato a PK? Ecco, da quel momento la mia ossessione e la mia riscoperta delle care storie a fumetti della Disney non ha mai avuto fine! XD

In questo periodo mi sono impegnata a recuperare le storie che più desideravo e la maggior parte dei miei fondi è andata quindi a Paperino & CO! XD E poi qual periodo migliore per riscoprire la magia Disney se non il Natale? La loro magia si fonde e dà vita a sensazioni ed emozioni ormai dimenticate… Partiamo quindi con la seconda categoria, la…

DISNEY

I recuperi di cui parlavo non sono stati fatti alla cieca… la riscoperta delle storie Disney è stata fatta con più “metodo” rispetto a come avrei fatto in passato, e con più ricerche (e anche seguendo le scoperte di uno spirito affine…). Ed è così che ho fatto la conoscenza di Carl Barks, l’uomo dei paperi! Questi non è altri che l’inventore di Paperopoli, l’inventore di uno dei personaggi più amati dell’universo Disney, Paperon de’ Paperoni (in originale, Uncle Scrooge), e uno degli autori di fumetti Disney più importanti e celebrati! Le sue storie fanno ormai parte della storia del fumetto, possono benissimo considerarsi dei grandi classici! E per questo sono felicissima che la Rizzoli abbia iniziato proprio adesso la pubblicazione di una serie di volumi dedicati al grande maestro! Il primo volume è Paperino e il mistero degli Incas, che, se farò da brava, mi verrà regalato da Babbo Natale! XD Poi a questo dovrebbero seguire due volumi ogni anno (quindi, nonostante il costo non esattamente ridotto, la collana si può seguire!).

Invece, un volume sempre dedicato a Barks, e, in particolare, al suo miglior personaggio, che ho letto e adorato è Vita e Dollari di Paperon de’ Paperoni. Sin dalla copertina si ha un assaggio delle meraviglie che vi si troveranno all’interno: storie attraverso le quali ci verranno svelati i diversi volti dell’amore di Paperone. L’amore per i soldi, l’amore per l’avventura, l’amore per i nipoti, e i suoi “vecchi” giovani amori… ci vengono rivelate tutte le mille sfaccettature del papero più ricco del mondo, e scopriamo quanto in realtà egli sia umano. È un volume da avere, anche solo per il suo valore storico (o per la magnifica copertina). Purtroppo è di difficile (difficilissima) reperibilità, quindi, se vi capita di trovarlo da qualche parte, NON FATEVELO SFUGGIRE!

Ma continuiamo con i consigli… È inverno (più o meno XD), e d’inverno cosa ci potrebbe essere di più bello di un bel fuoco acceso? Ecco, allora scaldiamoci con I Racconti attorno al fuoco di Nonna Papera! Il volume è il 13esimo della collana Tesori Disney, ed è un piccolo prezioso gioiello! Niente Paperino, Topolino o altri classici personaggi della Disney, qua troverete la storia dell’amore di una sirena e di un cavaliere, la storia della piccola e poi grande Ombretta, la storia delle avventure di Martin il Marinaio… Storie di quelle che le nonne raccontano ai proprio nipoti, e se la nonna in questione è Nonna Papera, be’, vale ancor di più la pena di “ascoltarle”. Insomma, come le definisce l’editoriale del volume, ci vengono raccontate cinque storie scaldacuore. ♥
Anche questo volume purtroppo è quasi impossibile da trovare, a meno che non siate disposti a svuotarvi il portafoglio! L’unico consiglio che posso darvi è di cercarlo in qualche fiera del fumetto, o in qualche fumetteria dell’usato… perchè su internet lo vendono a peso d’oro! XD

Dicevo nell’altro post che siamo appena usciti dal periodo più stregoso dell’anno… Rifacciamoci un salto ora con un volume da poco uscito nelle edicole: Dracula di Bram Topker! Sì, avete indovinato, è proprio la parodia del Dracula di Bram Stoker, come ci siete arrivati?? XD In ogni caso siamo rientrati nella categoria dei volumi facilmente trovabili, quindi nessuna scusa: regalatelo o regalatevelo! XD A parte il fatto che secondo me qualsiasi parodia dell’opera di Stoker sarebbe meritevole d’attenzione, se poi mi ritrovo un dottor Van Helsing interpretato da Pippo… be’, capite bene che la storia è assolutamente da leggere! *_* XD Ma sono tanti i motivi che dovrebbero convincervi all’acquisto: una parodia spassosissima, disegni stupendi impreziositi da una colorazione dai toni suggestivi (con la prima tavola è stato amore a prima vista!), un volume bellissimo anche esteticamente, e poi… Pippo Van Helsing e la risata soave e delicata di Clarabella! XD

E seguendo sempre il filone delle parodie, ecco un altro bel consiglio per gli acquisti: recuperate i Classici della letteratura Disney! Amate in particolar modo un classico? Regalatevi la relativa parodia Disney, e sarete delle persone più felici! I titoli sono tantissimi… Vi piace L’isola del tesoro? Prendetevi il n. 11! Avete amato I dolori del giovane Werther? Il n. 15 è quello che fa per voi! Avete letto Il ritratto di Dorian Gray? Forse potrebbe interessarvi Il ritratto di Zio Paperone nel n. 20! Appassionati alle tragedie di Shakespeare? Date un’occhiata al n. 27… Insomma, 30 bellissimi volumi per tutti i gusti letterari! Sceglietene uno (o anche di più! XD), cercatelo (su internet o nelle fumetterie dell’usato) e compratelo! Per il momento la mia collezione è formata solo da 6 volumi, ma posso dirvi quale fra questi è per ora (non ho ancora letto La Trilogia di Paperin Sigfrido) il mio preferito: Paperino e il Vento del Sud! Forse perchè amo l’opera originale, o forse perchè vedere Paperino nei panni di uno come Rhett Butler è uno spettacolo che non capita spesso di vedere… quale che sia la ragione, questa parodia (di Via col Vento, ovviamente) mi è piaciuta da impazzire! *_* Ma potrebbe essere superata da altre… dopotutto Babbo Natale dovrebbe portarmi Il mistero dei candelabri (parodia de I Miserabili), Paperino Amleto principe di Dunimarca (parodia di… lo devo dire? XD) e Papernesto (da L’importanza di chiamarsi Ernesto), quindi… la competizione è ancora aperta! XD Ma il fatto è che ogni volume gareggia su alti livelli: si possono avere delle preferenze, ma alla fine dei conti sono tutti belli e meritevoli! *_* … A parte la parodia de Il mago di Oz (Paperina nel mondo di Ot) che non mi è piaciuta per niente!… Ma è la solita eccezione che conferma la regola! XD

Si è prima parlato dell’uomo dei paperi… parliamo adesso di quello che si potrebbe anche definire l’uomo del Topo: Floyd Gottfredson! Infatti, sebbene Topolino non nasca dalla sua mente, gli è debitore di tutto il suo successo. Sono proprio di Floyd quelle strisce in bianco e nero degli anni ’30 dove il Topo più famoso del mondo ha iniziato la sua crescita e la sua evoluzione come personaggio! E la Rizzoli ha inaugurato quest’ottobre una collana dedicata anche a lui (oltre a Barks), e il piano dell’opera inizia con Topolino nella Valle Infernale. Per il momento ho letto solo la prima storia contenuta nel volume (quella che gli dà il titolo), e mi è piaciuta molto… sa di infanzia, sa di storia, sa di bianco e nero e film muti. Probabilmente sarei andata molto più avanti con la lettura, se non fosse per il fortissimo odore delle pagine (ma ho un piano!… che ovviamente non rivelerò per la sua demenzialità! XD), ma in ogni caso resta un bellissimo volume da possedere o da regalare agli appassionati!

Infine, stona un po’ rispetto a quello di cui si è parlato fino ad ora, ma è pur sempre di mamma Disney, quindi lo consiglio adesso! 😛 È da poco uscita l’edizione speciale de Le avventure di Peter Pan, quindi… seconda stella a destra e poi dritti fino all’acquisto! XD

Ed ora il riassunto: CONSIGLI PER GLI ACQUISTI, categoria DISNEY:

  • Paperino e il mistero degli Incas, di C. Barks;
  • Vita e Dollari di Paperon de’ Paperoni, di C. Barks;
  • I Racconti attorno al fuoco (Tesori Disney n. 13), di R. Cimino, G. Cavazzano e altri autori;
  • Dracula di Bram Topker, di B. Enna, F. Celoni e M. Andolfo;
  • I Classici della letteratura Disney, aa. vv.;
  • Topolino nella Valle Infernale, di F. Gottfredson;
  • Le avventure di Peter Pan, di C. Geronimi, W. Jackson e H. Luske.

A presto con la prossima categoria: fumetti & graphic novels!

Read Full Post »

… ovvero lunghe file per un po’ d’inchiostro da preziose mani su preziosi volumi!

Come ho già detto su twitter e a tutti quelli che mi hanno chiesto com’era andata la fiera, bè, riecco la risposta: quest’anno ero un soldato in missione! XD Niente follie, niente Lucca Cosplay (guardare la sfilata era quasi diventata una tradizione :P), niente giorni “in libertà”… Ero un soldato sempre concentrato nelle proprie missioni, che si riducevano tutte a… fare file! XD

Quindi, se devo parlare un po’ di questo Lucca Comics, non posso fare altro che la cronaca delle luuuunghe attese! XD

GIORNO 1

  • 10:30, coda davanti allo stand della BAO per acquistare i (pochi XD) volumi che mi interessavano (END, Sky Doll, Century e Un polpo alla gola), e per prenotare gli autografi degli autori;
  • 12:00, coda per avere l’autografo di Geoff Johns (la sessione iniziava alle 13:00 ed io ero il numero 47 -sì, davano i numerini come fossimo al supermercato XD-… 1 ora e 40 minuti di fila! XD). Qua mi dilungo un pizzico di più, perchè Geoff è stato a dir poco fantastico! *_* XD Da quel che ho visto, agli altri metteva una firmetta e basta, invece quando ha visto me non solo mi ha chiesto il nome, ma si è pure messo a fare dei disegnetti!! *_* (e se non mi vanto per queste cose, per cosa mai mi potrò vantare?? XD) È seguita poi una foto insieme (awwww!!! *_* XD) grazie alla mia amica Lilly che mi ha convinto a chiedergliela! *_* XD Insomma, uno dei ricordi più belli di questo Lucca Comics!
  • 13:50, coda per l’incontro con Christopher Paolini (che iniziava alle 15:00). Per fortuna siamo riuscite ad entrare, molte persone credo siano rimaste fuori… Comunque, fatemi un po’ parlare di questo ragazzo! Io ho sempre amato i suoi libri, ma mi ero fatta un’idea di lui completamente sbagliata! Dato che è vissuto praticamente isolato, pensavo fosse un ragazzo molto timido, riservato, di poche parole… Non potevo sbagliarmi di più!!! Si è rivelato un ragazzo vivace, spiritoso, divertente, simpatico, e… fan del Doctor Who!!!! *_* XD Per chi si stesse ancora chiedendo, dopo l’ultimo libro, chi in realtà sia Angela, be’… è una Timelord!!! XD Scherzi a parte, è stato un incontro davvero davvero interessante! Ci ha parlato un po’ dei suoi interessi, del suo prossimo libro, del libro 5 della saga di Eragon (sì, ci sarà!), e ci ha parlato un po’ in lingua antica e in nanesco! XD Ah! E sappiate che Terry Pratchett ha una bella barba e che George Martin passa il tempo a uccidere i suoi protagonisti, e poi… a uccidere anche i personaggi secondari! XD

Per questo primo giorno devo ringraziare con tutto il cuore la mia Lilly, che ha avuto moooolta pazienza ed è rimasta sempre con me a fare queste lunghe file!
Grazie Lilly!!! ♥

Ed ora…

GIORNO 2

La mattina ci ha visto a Firenze, quindi niente file, niente cosplayers per le strade, ma tanta bellezza (e tanto Disney Store! *_* XD), la sera…

  • 15:30, coda per la sessione autografi di Paolini… La sessione doveva iniziare alle 16:30 ma c’era già una fila lunghissima! O_O Ma, who cares! Ce l’ho fatta, ed è stato fantastico!! *_* Anche perchè il nostro giovine amico non si limitava a inchiostrare i nostri libri, ma faceva anche un po’ di conversazione (che carinooo! *_* XD). A me ha chiesto cosa stessi leggendo attualmente, e alla ragazza prima di me se le stesse piacendo la fiera.. Sì, vabbè, domande un po’ di rito, ma è stato comunque davvero carino! *_*
  • 17:15, ritiro dei libri con autografo, dedica e disegno di Zerocalcare e Kevin O’Neil, e coda per avere l’autografo e il disegno da Merli & Canepa. Il disegno della Merli sul volume di END è meraviglioso! *_* E se solo penso che l’ha fatto in un paio di minuti, ah~ che invidia! XD

GIORNO 3

  • 10:15, mini coda per farmi fare un disegno dalla grande Silvia Ziche! *_* Le ho chiesto Paperina di Rivondosa (quella storia mi aveva fatto morire dalle risate! XD), e due secondi dopo, eccola lì! U-A-O! *_*
  • 13:50, accaparramento di una sedia nella sala incontri del Lucca Junior, alle 15:00 ci sarebbe stato l’incontro con Rebecca Dautremer… Fortuna che mi son subito seduta, dopo moooolta (MOOOOOOOOLTA) gente è dovuta rimanere in piedi! O_O Alle 15:00 distribuzione dei numerini per l’autografo (sempre stile supermercato! XD), e poi inizio dell’incontro! La Dautremer sembrava completamente scioccata! XD Non si aspettava di avere un così gran seguito in Italia! E in effetti mi sono un po’ meravigliata anch’io… però questa donna merita davvero, le sue illustrazioni sono magiche! *_*
    Spazio pubblicità: consiglio a tutti di comprare il suo Cyrano! *_*
    Tornando a noi… durante l’incontro ha parlato un po’ di lei, di come lavora, e ci ha anticipato che a breve uscirà la versione di Seta (di Baricco) con le sue illustrazioni! I can’t wait!!!! *_* Il libro non mi è piaciuto tanissimissimo, però non vedo l’ora di poter ammirare il modo in cui lei ricreerà quelle atmosfere orientaleggianti! *_* Finito l’incontro… fila per l’autografo! Ero la numero 34, quindi ci è voluto un po’! 😛 Ma alla fine anche questa volta l’attesa è stata più che ricompensata!! *_*

GIORNO 4

Ultimo giorno… sigh sigh… Avevo solo la mattina a disposizione perchè di sera avrei dovuto prendere l’aereo, ma l’ho occupata nel migliore dei modi: sedendomi alle 9:30 nella Sala Vittorio Veneto ad aspettare l’incontro con Geoff Johns e Jim Lee delle 11:30! XD Ma non ero sola… Due ragazzi avevano deciso bene di giungere due ore prima come la sottoscritta, quindi ci siam messi a parlare, e alla fine abbiamo passato il tempo a fare conversazioni nerdissime sui supereroi! XD Alle 10:30 è iniziato l’incontro con una ragazza giapponese che disegna manga in Italia, ed è stato davvero interessante! Ci ha mostrato cosa sono e come si usano i retini! È stata una rivelazione! :O Pensavo che fossero chissà che cosa, e invece sono semplicemente degli adesivi! Comunque… finito l’incontro con la ragazza, una tizia dello staff ci porta (a noi tre XD) in uno stanzino per non farci uscire dalla sala (alla fine di ogni incontro in teoria si dovrebbe uscire e poi, nel caso, rientrare) e per non farci perdere quindi i posti in prima fila… Noi quindi siam lì che continuiamo a chiacchierare, e a un certo punto… entrano Jim Lee e Geoff Johns! XD Io dovevo aver di sicuro una faccia da pesce lesso! XD Comunque alla fine li abbiamo “spiati” mentre mangiavano delle focaccine… che emozione! XD E niente… dopo siamo rientrati, abbiamo seguito l’incontro (che è stato davvero bello… cercando di dimenticare il moderatore che avrei preso a calci ogni volta che dava una strizzata al braccio di Geoff… XD), i miei due “accompagnatori” sono riusciti ad avere l’autografo di Jim, poi ci siamo salutati, e…. via in albergo a prendere la valigia, e…

bye bye Lucca Comics!

Quindi niente spese folli, ma sempre tanta tanta felicità! E un carico di autografi non indifferente! XD
L’unica nota dolente, ma che mi ha fatto molto dolere, è stata l’assenza del mio Spirito Affine… ma l’anno prossimo ci rifaremo, vero?? *_* Prenderemo il doppio di fumetti e il doppio di autografi!! Quindi facciamo iniziare il conto alla rovescia!! *_* XD

… E questo è tutto gente! Ora ho da leggere, ho da ammirare, e ho da gustare per almeno una settimana! Ma i ricordi… i ricordi, come al solito, mi strapperanno sempre un sorriso anche ad anni ed anni di distanza! ♥

Read Full Post »

Viva i Supereroi!

Come al solito, tutta la faccenda ebbe un inizio del tutto random, o quasi! 😛
Questa volta il nostro racconto ha inizio al cinema, su uno schermo dove veniva proiettato The Avengers! Molti avranno provato la mia stessa euforia ed impazienza nei confronti dell’uscita del film, e (cavoli!) quanto siamo stati ricompensati! In due ore e mezza ho fatto un’overdose di divertimento, di spettacolo e… di Robert Downey Jr.! XD Comunque, il mio stato post-filmico era quello pre-filmico di euforia, moltiplicato per dieci! XD Della serie che se il mio portafoglio fosse stato d’accordo, sarei tornata a vedere il film tutti i giorni per tutti gli spettacoli! XD Quando un film è capace di divertirti tanto, sarebbe giusto poter approfittare e ricaricare le batterie il più possibile…

Ma, vabbè… alla fine il conto è rimasto fermo a una misera visione… sigh… Però ormai la mia euforia era alle stelle, quindi una valvola di sfogo doveva essere trovata! Supereroi, supereroi, SUPEREROI!! Ne volevo ancora, e cosa fare?? Non sono mai stata un’appassionata dei fumetti americani con i super omoni, tutta la mia conoscenza si limitava ai cartoni e ai film… Fortuna che sotto l’influsso dello Spiderman di Sam Raimi avevo preso la collana dedicata all’Uomo Ragno del Corriere della Sera… e lì, neanche a farlo apposta, c’era una bella storia coi Vendicatori! 😛

Ma non era abbastanza!! Così iniziai a vedere video su youtube di ragazzi che parlavano di fumetti… Seriamente! Non li potevo leggere, ma almeno potevo sentirne parlare! XD Comunque, da un video ebbe inizio la mia nuova febbre!! Infatti qualcuno citò, così, en passant, il reboot della DC Comics, dicendo che ne avrebbe approfittato per iniziare a leggere Batman dal numero 1. Fin qui tutto tranquillo.. o quasi! Nel mio cervello, in automatico, quel numero 1 di Batman era già stato inserito negli acquisti del mese, però ero ancora abbastanza rilassata all’idea… Poi inizio a vedere le copertine, poi mi informo sul calendario delle uscite, poi scopro che alcune testate escono anche in edicola, poi scopro ancora che ad un’ora di macchina da casa mia c’è un Reboot Point, poi… boh.. il mio cervello è andato in fumo! XD

E ancora non si è ripreso del tutto! L’encefalogramma a volte continua a registrare picchi pericolosi, ma dettagli! XD Comunque una sorta di stabilità mi è stata concessa il giorno dopo l’acquisto di alcune testate (il giorno stesso invece ero pura elettricità! XD)… Ed ecco che dopo questo luuuungo preambolo, finalmente si passa a parlare di loro, dei Supereroi reboottanti (XD) della DC Comics!

Ecco i titoli che ho comprato (4 su.. boh.. 7, 9? XD), in ordine di preferenza:

  • BATMAN. Bè, che dire? Batman è Batman, il primo posto è quasi d’obbligo! 😛 Il volume l’ho letto diversi giorni dopo rispetto agli altri (ho dovuto attendere l’uscita del cofanetto), ma, sebbene abbia adorato anche le altre testate, come sospettavo, Batman ricrea atmosfere e trame capaci di attirarmi come una falena al lume. I toni oscuri, il fascino del mantello nero, una Gotham marcia fino al midollo, ma soprattutto quella spruzzata di mistery, hanno sempre fatto di Batman il mio supereroe preferito. Perchè se è vero che i super uomini sono in qualche modo tutti diversi fra di loro, Batman invece si distingue. Quindi, data la mia preferenza, forse sono partita un po’ prevenuta (in positivo), ma fatto sta che ho adorato tutte e tre le storie! E le prime due mi hanno lasciato letteralmente a bocca aperta! *O* La domanda giusta non è “quanto mi son piaciute le storie?“, ma “quanto cavolo dovrò aspettare per il numero 2???“! XD
    Comunque, voti!
    BATMAN: 5/5
    DETECTIVE COMICS: 5/5 + O_O (XD)
    NIGHTWING: 4/5
    Per una media di 4,7/5, ma dato che nella seconda storia abbiamo anche un “+ O_O”, direi 5/5 e non se ne parla più! XD

  • LANTERNA VERDE. Lanterna Verde è stato una rivelazione! Non lo conoscevo per niente, e avevo incominciato a sentirne parlare solo da poco (con l’uscita Planeta del volume fra i cui autori spiccava il nome di Gaiman).. Poi ho fatto meglio la sua conoscenza con il film (che non fa schifo! Non è bellissimo, ma non è neanche da buttar via! :P), e con la lettura di tutta la pagina Wikipedia a lui dedicata… E fortuna che avevo questa conoscenza alle spalle, altrimenti (alla faccia del reboot!) della storia non ci avrei capito un piffero! XD Ma dato che ero informata, la storia mi è piaciuta tantissimo!! *_* Come ho già detto, non ho mai letto fumetti americani, quindi all’inizio sono rimasta un po’ spiazzata dalla brevità, però… cavoli, il breve (brevissimo T_T) capitolo mi ha lasciato letteralmente con l’acquolina in bocca! Belle anche le altre due storie, ma la mia Lanterna preferita è Hal Jordan, e per il momento non si discute! XD Ha un’aria così spaccona e arrogante… come non amarlo? XD Quindi, diamo dei voti!!!
    GREEN LANTERN: 5/5
    GREEN LANTERN CORPS: 3/5
    GREEN LANTERN: NEW GUARDIANS: 4/5
    La media giusta sarebbe di 4/5, ma la storia con Hal Jordan mi è piaciuta troppo per poter accettare una media inferiore al 5/5, quindi che 5/5 sia il voto finale per tutto l’albo! XD

  • FLASH. Flash è il nome della testata, ma la sua storia mi ha lasciato abbastanza indifferente… Invece, sorpresa delle sorprese, ho adorato alla follia la storia su Aquaman!! *_* Così tanto che alla fine ho deciso di continuare a prendere Flash! Solo per lui! XD Comunque, se il nome di Lanterna Verde mi era quasi del tutto sconosciuto, quello di Aquaman credo non abbia mai attraversato le mie orecchie o i miei occhi! XD Insomma, mi sono ritrovata fra le pagine all’improvviso un uomo vestito da pesciolone (XD) ed ero già pronta a snobbarlo, e invece… e invece ora mi ritrovo a non veder l’ora di leggere il seguito!! *_* Ho notato poi che sia questa storia, che quella di Lanterna Verde (cioè le mie preferite! ♥) sono state scritte dal medesimo autore: Geoff Johns. Inutile dire che ormai lo venero come fossi una sua fan dalle origini della sua carriera! XD L’ho conosciuto da un paio di giorni, ma io sono fra quelle che credono ai colpi di fulmine! XD Tra l’altro ho scoperto che ha scritto anche Flashpoint, la storia da cui (se non ho capito male) è partito il reboot! Quindi.. Geoff Johns, stai attento perchè ti tengo d’occhio! *_* (ok, suona un po’ come una minaccia! XD) Ed ora, voti!!
    FLASH: 3/5
    AQUAMAN: 5/5
    CAPTAIN ATOM: 2/5 (mi sono pure dimenticata di menzionarlo! XD)
    La media sarebbe di poco più di 3/5, ma la storia di Aquaman vale l’intero volume, quindi 4++++/5! XD

  • WONDER WOMAN. Questo l’ho preso per la copertina! XD Mi piaceva un sacco! *_* E i disegni all’interno si conservano estremamente affascinanti! Si dice che non sia tutto oro quel che luccica, ma qui non vale il detto: i testi son belli quanto i disegni! *_* Tra l’altro (ed ora dimostrerò tutta la mia ignoranza sui supereroi!) non sapevo che Wonder Woman fosse Diana! :O Sì, sì, datemi pure dell’ignorante! XD Comunque, storia molto bella e dai toni secondo me molto diversi rispetto alle altre! E poi mi piace che Diana abbia quasi un ruolo di protettrice più che di protagonista… Insomma, è una storia che si distingue! Però non posso mettermi a seguire tutte le testate (e infatti ho pure limitato la tentazione a 4 numeri! XD), e dato che gli altri due capitoli non mi hanno fatto schifo, ma quasi (XD), ho deciso di non continuarlo… ma è davvero un peccato! T_T Vabbè, voti!
    WONDER WOMAN: 5-/5
    FRECCIA VERDE: 2/5
    FIRESTORM: 1/5
    Anche qui la media non rende giustizia alla storia più bella dell’albo, quindi di nuovo mi permetto di alzarla leggermente! 😛 3++/5! 😀

Bè, il breve tour è finito! 😛 Avrei voluto anch’io che il giro fosse un po’ più lungo, soprattutto dopo aver letto che Geoff Johns ha scritto anche Justice League (*_*), ma no! Meglio non avere troppe tentazioni! 😛 E poi c’è Superman che non sopporto, e che quindi non avrei letto neanche se me l’avessero tirato dietro gratis! XD E del resto poi, sono pienamente soddisfatta dei miei albetti! *_* Il reboot DC Comics, insomma, a casa mia è stato un successo! 😀

Non resta che aspettare Giugno per i numeri 2! *_*

Read Full Post »

PK, il mito

Sin da ragazzina sono sempre rimasta colpita da certe coincidenze… Quella che mi aveva forse più colpito e che, successivamente, mi avrebbe fatto notare tutte le altre, c’è stata quando, dopo aver comprato Barbie My Fair Lady, il giorno dopo avevano dato il film in tv. “Cose” del genere mi capitavano spesso, poi un’amica ha dato loro un nome: sincronicità! Ne ho parlato spesso nel mio blog, ed oggi torno a parlarne. Perchè questa è una delle più incredibili sincronicità in cui mi sia mai imbattuta!

Qualche giorno fa il mio caro spirito affine mi rendeva partecipe della sua gioia nell’aver acquistato il volume N° 13 della collana Tesori Disney (volume che adesso ho anch’io davanti agli occhi, e che consiglio a tutti di comprare, perchè le storie in esso contenute sono semplicemente incantevoli! *_*)… e a quel punto è partita la grande caccia agli altri numeri! Caccia che procedeva (procede, e, temo, procederà) malissimo, dati i prezzi su ebay (perchè, of course, i volumi precedenti sono già esauritissimi T_T). Comunque, andiamo avanti con la storia! Mi ritrovavo dunque a cercare in mille siti diversi questi volumi, quando capito su questo… Inizio a deprimermi per la fastidiosa presenza della targhetta “esaurito”, quando, dando un’occhiata a sinistra, vedo nell’elenco un nome, anzi IL NOME: PK!

 

PK (per gli amici, per gli altri, Signor Paperinik!) era il mio fumetto preferito da ragazza! Ero già un’assidua lettrice di Topolino, ma con PK fu subito amore… un’amore destinato a durare fino al liceo! Dal gennaio 2001 fino al marzo 2007 (e oltre, considerando anche gli acquisti dei primi volumi della Ultimate Collection e dei volumi Pk Memories)! Insieme a PK sono poi subentrati molti altri fumetti Disney, come W.I.T.C.H. (per come sono adesso, non lo comprerei mai, ma sono contenta di averlo preso ai tempi, perchè agli inizi la trama era davvero bella!), o X-Mickey (a cui sono comunque legati bellissimi ricordi! *_*), ma nessuno di questi poteva eguagliare il mio papero mascherato… Le storie di PK erano (sono) belle perchè erano diverse. Erano profonde, a volte tragiche (Xadhoom), talvolta tristi, talvolta malinconiche, ma sempre avvincenti e avventurose! La ragazza che ero allora (e quella che sono ancora adesso) non poteva desiderare niente di più!

E sebbene col tempo il ricordo di quei giorni in cui ritagliavo le pagine di giornale dedicate a PK si fosse un po’ sbiadito, lui, il mio eroe, non mi aveva mai abbandonata! Per tutto questo tempo continuava a osservarmi da cinque angoli diversi della mia stanza attraverso i suoi poster, e dall’alto, dove sono custoditi i volumoni dedicati agli altri personaggi…

Detto questo, forse (forse) si può ora capire cosa abbia innescato nel mio cervello la vista di quel nome in quell’elenco! Se i ricordi possono considerarsi cassetti, la sola vista di quel nome li ha fatti aprire tutti, e un’ondata di gioia e malinconia ha attraversato la mia mente… Pochi secondi, ed è poi subentrata la fame! Fame di poter rileggere e rivivere tutte quelle emozioni che mi avevano accompagnato per così tanti anni, una fame divorante che non poteva saziarsi se non con la ricerca immediata di tutti gli albi, dispersi in mille angoli della camera (l’ordine non è esattamente una mia qualità…). Dopo un’ora di ricerche, in mezzo alla polvere riesumata, ecco però che si fa largo l’amara verità (sepolta e sigillata in un angolo remoto della mente): nel gennaio 2001 avevo conosciuto PK con l’ultimo numero della sua prima serie (PKNA #49/50), nel marzo 2007 gli avevo detto addio con l’interruzione della sua ristampa (RIEDIZIONE PKNA #21).
Ho un buco di VENTOTTO numeri.
Ho un buco di 28 numeri di PK (non di W.I.T.C.H., non di X-Mickey, di PK), e sono sopravvissuta sino ad ora… come? Il trauma evidentemente c’è stato, dato che questo piccolo particolare non lo ricordavo affatto, ma c’è da dire che la storia di PKNA (Paperinik New Adventures.. non lo avevo detto?) la conoscevo grazie alle storie contenute nei volumi speciali, e grazie ad altre fonti… e in ogni caso avevo l’ultimo volume della prima edizione!

Però ora questo buco mi brucia più che mai, e non avrò pace finchè non verrà riempito!

Qualcuno dirà “ma non si doveva parlare di sincronicità?”, sì, ed ecco il punto: mentre il mio cervello andava in fumo girando ebay e vari mercatini online, e mentre il mio battito cardiaco andava al ritmo di P-K-N-A, P-K-N-A (…), i miei occhi colgono la notizia!

Dal 6 Febbraio con il Corriere delle Sera e con la Gazzetta dell Sport uscirà la collana PK – IL MITO, la raccolta cronologica (al contrario della Ultimate Collection!) di tutte e tre le serie di PK!

… Tutto ciò non è incredibile????

Non ci sono altre parole, è semplicemente incredibile! Ora, non so se potrò permettermi la spesa, perchè comunque 10 euro alla settimana sono tanti, ma almeno il primo volume sarà mio, ed in ogni caso la pubblicazione non è avvenuta mesi fa, non avverrà fra qualche anno, avviene ADESSO, ORA, quando più ne sentivo il bisogno! È incredibile.

E poichè la Profezia di Celestino insegna che per esser felici bisogna seguire le sincronicità, non importa quanti sacrifici dovrò fare, io avrò le mie storie mancanti,
e sarò felice!

 

Ding! Centocinquantesimo piano: casalinghi, articoli sportivi, congegni strabilianti e intelligenze artificiali!

– Uno

Read Full Post »

Il Re è morto. Lunga vita al Re.

Si avvisa che questo post potrebbe non seguire alcun filo logico e potrebbe per molti non avere senso. Si prega di considerarlo come un sogno, e come tale, va letto “ad occhi chiusi”.

Anche stanotte ho sognato. Ma ora so che non è più il mio Morfeo colui che l’ha permesso. Svegliarmi è stato doloroso.
Ora che ci penso, i suoi ultimi anni di vita, quelli della depressione post-Thessaly fino alla sua resa davanti alle Eumenidi, corrispondono al periodo dei miei incubi ricorrenti: quello dello scienziato pazzo che tagliava le teste e le metteva poi alla guida di macchine giocattolo radiocomandate, e quello dei lupi che ululavano dal dirupo dietro casa mia, e poi si precipitavano alla mia finestra. Che a ben pensarci, ora hanno un senso: le teste mozzate erano la testa di Orfeo, i lupi che ululavano, un avvertimento.

E Morfeo è morto. Vorrei poter perdere il tempo in cui ho letto la fine e non ritrovarlo più, come la cara Delirio, così da potermi svegliare domani e credere che quei sogni me li abbia mandati lui.

Solo qualche tempo fa, decido di fermarmi a La Locanda alla Fine dei Mondi. Fingo di non sapere di chi è il corteo funebre che gli ospiti intravedono, e fingo di non capire il significato dei titoli degli ultimi due volumi: Le Eumenidi e La Veglia. Leggere queste ultime pagine avrebbe significato porre fine a qualcosa che, pur essendo per molti finita anni fa, tu hai il potere di far durare in eterno nella tua breve vita.
Faccio quindi in modo che Sogno (il mio Sogno) resti in vita: finchè i miei occhi non saranno avidi e le mie mani curiose, lui non potrà morire.
Un pò lo stesso ragionamento della scatola di Schrödinger se ci pensate.
Ed in quanto Osservatore, in quanto essere dotato del potere di dare la vita o la morte, mi sento responsabile. Perché alla fine ho ceduto. Perché alla fine l’ho ucciso.

E allora vorrei perdere il tempo. Ma perderei anche un capolavoro. E allora vorrei perderlo lo stesso, così da svegliarmi domani mattina ed avere almeno la possibilità di rileggere tutto di nuovo, per la prima volta, di riprovare la stessa meraviglia di qualche anno fa.
Il giorno in cui lessi Vite Brevi qualcosa in me cambiò. La sensazione credo si avvicini a quella di qualcuno che incontra la sua anima gemella… Sì, credo ci si sentirebbe più o meno allo stesso modo.

Ma ho sempre creduto che ci fosse un legame speciale fra me e quelle storie. Dopotutto siamo nate insieme, nello stesso anno. E Destino sa che era scritto che io dovessi incontrare Sogno proprio in quel periodo in cui ognuno di noi decide/capisce chi essere: l’ultimo anno del liceo. Ecco cosa aveva letto Destino fra le pagine del suo libro in una giornata assolata come questa, qualche anno fa.

La ragazza esce da scuola, ma non torna subito a casa, resta con le amiche e fanno una passeggiata. Chiacchera, ed a un certo punto si volta verso la vetrina di un’edicola, e dall’alto lo vede. Nascosto in un angolo polveroso della vetrina, destinato alle storie dimenticate, lo vede: oscuro come la notte, bello come le stelle. I loro occhi si incrociano, e lei penserà sempre che in quel momento lui la stesse chiamando. Poi vede un nome: Neil Gaiman. E’ fatta, la ragazza entra e si dirige alla cassa.

Al periodo ero già una patita di Neil, ma erano stati quegli occhi (che una volta Barbie definì “due stelle gemelle”) a rapirmi.
Il volume era quello de La Repubblica dedicato alle serie classiche del fumetto.
E ora, dopo anni di ricerche, posso girarmi a destra e vedere tutte le storie del Signore dei Sogni riunite insieme, nella loro magnificenza.

Ed ora è tutto finito, e ci metto un pò di più rispetto a Matthew a pensare ad un nuovo inizio. Non riesco a rispecchiarmi nelle parole di Delirio, che è triste, ma è ok. E non posso ragionare come Destino, che si sentiva l’opposto del fratello, infatti io e Sogno siamo così simili! Solitari, capricciosi, con una forte tendenza alla depressione, quel genere di persone che quando sono felici, donano tutte le loro energie all’oggetto di tanta felicità.
Non mi piace il nuovo Sogno, e mi sento tradita da Matthew per averlo alla fine accettato.
Se alla veglia mi avessero permesso di parlare (forse l’hanno fatto, ma non me lo ricordo), ecco cosa avrei detto:

Ci incontrammo qualche anno fa. La prima volta che entrai nel suo mondo stava salvando Calliope, e aveva gli occhi rossi come rubini. Da piccola a quanto pare mi mandava degli incubi spaventosi, ma lo perdono, ora sono solo bei ricordi. Lui era quel tipo di persona che per rimediare ai suo sbagli, era disposto ad affrontare l’Inferno, ma che per orgoglio ti avrebbe potuto condannare ad una vita di eterne sofferenze. Era uno che non sapeva gestire le sofferenze d’amore. Era quel tipo di persona che al cambiamento preferisce la morte.
Ma voi tutto questo lo sapete già. Quel che non sapete è che ha fatto compagnia a un’ordinaria ragazza durante la sua estate più importante, che le ha fatto conoscere nuovi mondi, che le ha fatto fare amicizia con Delirio (Ti ricordi di me?), che le ha cambiato la vita facendole scoprire che il suo cammino non lascia impronte solo nella realtà, ma anche nella Terra dei Sogni, ed è lì che ora vive la maggior parte del tempo.
Questo non è un addio, perché se Hob Gadling può sognarti, lo potrò fare anch’io.
E allora non sarai mai morto.

Read Full Post »

Older Posts »