Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for the ‘Social Network’ Category

Dato che stamattina mi son svegliata con la notizia che The Social Network è stato premiato ai Golden Globe come miglior film, come miglior regia, come miglior sceneggiatura e come miglior colonna sonora, e dato che è uno dei film migliori del 2010 che io abbia visto, ho pensato che fosse arrivato il momenti di parlarne un po’. XD

In realtà avevo già scritto un post dedicato a questo film, solo che non mi soddisfava, quindi l’ho lasciato a prender ragnatele. Ma ora so che qualunque cosa io dica, non sarebbe sufficiente per descrivere ciò che il film è, e ciò che il film è stato per me. Quindi dopo aver detto qualche parola, farò un semplice copia-incolla con quello che avevo già scritto. Sono limitata, sorry! XD

Anyway~ Volevo dire che adoro questo film quanto odio il fenomeno sociale di cui ci racconta la nascita…. Quindi lo amo alla follia! XD E chi meglio di uno dei protagonisti potrebbe presentarlo meglio? Ecco dunque la presentazione che ne fa Andrew Garfield (Eduardo Saverin) ai Golden Globe di ieri:

It’s been called the film that defines a generation and it’s an honour for me to be part of it. But beyond an account of the creation of the worldwide phenomenon known as Facebook is a film dealing with themes as old as story-telling itself – friendship, loyalty, trust, betrayal, power, ambition, greed, and the price of success. Inspiringly written by Aaron Sorkin and masterfully directed by David Fincher, this is The Social Network.

Ed ora, ritagliato e incollato per voi, il vecchio post! XD

Tutti quelli che ne hanno sentito parlare, sanno che il film racconta della nascita di Facebook, ma io li correggerei dicendo che parla del creatore di Facebook, Mark Zuckerberg, e dell’evoluzione dei sui rapporti con le poche persone che fanno parte del suo mondo, durante la creazione del famoso social network. E questa è un grossa differenza. Dubito che il film mi avrebbe interessato se parlasse solo di Facebook: non lo sopporto e certe volte mi dà fastidio la dipendenza che crea sulle altre persone. Ma il film parla di quello strano essere che è Mark, ed allora tutto cambia.

Il film inizia quando ancora sullo schermo c’è l’immagine della Columbia, e sentiamo qualcuno dire “Lo sai che i Cinesi con il QI di un genio sono più della popolazione totale degli Stati Uniti?“. Naturalmente sta parlando il nostro Mark, e vediamo dopo un paio di secondi che è seduto in un bar a parlare con la sua ragazza. Parte dal QI dei Cinesi per arrivare a dire che ha preso il massimo dei voti ai test. Pensava che mascherare l’informazione con un lungo discorso sul QI dei Cinesi fosse una forma di modestia. Dopo fa qualche commento inopportuno sul fatto che la ragazza non ha bisogno di studiare perchè va alla Boston (lui è di Harvard, obviously), e il tutto finisce con le seguenti parole di Erica:

Ok, probabilmente diventerai un vero mago dei computer, non mi stupirebbe, ma passerai la vita a pensare che non piaci alle ragazze perchè sei un nerd, e io posso dirti dal profondo del mio cuore che non sarà per questo, non piacerai perchè sei un grande stronzo.


E questo è The Social Network. Mark, grande genio dei computer, ha l’idea del secolo, ma questo lo porterà a perdere le cose veramente importanti nella vita: l’amicizia e il rispetto delle persone che gli voglio bene, nonostante tutto. Sì, perchè dopo 5 minuti di film abbiamo già capito tutto di Mark: è un essere impulsivo, dà voce a tutti i suoi pensieri perchè crede che sia un grande onore per gli altri poterli sentire, è una persona consapevole, di sè stessa e degli altri (quando fa quel commento poco carino ad Erica riguardo alla sua istruzione, non intende essere cattivo, lo considera semplicemente un dato di fatto), ha un’ossessione maniacale per i Final Club, ed è un vero genio. Ora quello che ci resta da conoscere sono i personaggi che fanno parte del suo mondo, e il più importante fra questi è il suo migliore amico, Eduardo Saverin. Eduardo appare sin da subito come una persona buona, e realmente affezionata a Mark (e qui sta bene l’aggiungere quel “nonostante tutto”), e si vede che anche Mark gli è in qualche modo affezionato, ma non riesce realmente a dare una collocazione a questi sentimenti nella sua mente, quindi spesso lascia perdere e li manifesta nel solo modo che conosce, quello razionale. Così l’esser amico di Eduardo significa che lo può coinvolgere nei suoi progetti, e questo d’altro canto (per ottenere un’equazione perfetta) deve aiutarlo.

Così mentre assistiamo passo dopo passo alla nascita di Facebook, siamo costretti anche ad assistere alla fine di un’amicizia: da una parte il successo della realtà virtuale, che riesce a superare ogni ostacolo, dall’altra la realtà “vera” che si scontra contro i più miseri limiti umani: incomprensione ed egoismo.

E come arriviamo alla meta? La storia viene ricostruita tramite le due cause in cui è stato citato successivamente Mark: quella con Eduardo, ex amico e co-fondatore di Facebook, e quella con i fratelli Winklevoss, i quali sostengono che Mark gli abbia rubato l’idea (ma qui, neanche un mal di testa). Attraverso le testimonianze date viene ricostruita questa sorprendente storia, che ti fa dimenticare quale fenomeno sociale si stia creando, ma ti fa invece star male per ogni piccola incomprensione che c’è fra Mark ed Eduardo (perchè quando sono amici, sono fantastici), ti fa venir voglia di dare uno schiaffo a Mark ogni volta che si comporta come una marionetta nelle mani di Sean Parker (mi dicono il creatore di Napster, ma chissene tsk!), e ti fa venir voglia di uccidere Sean Parker ogni volta che apre bocca!

Alla fine, nonostante il titolo, questo film parla della vera realtà più di quanto facciano altri. I rapporti fra i personaggi sono i protagonisti, e, grazie ad un’ottima regia (stiamo parlando di David Fincher, il regista di Fight Club, e ho detto tutto) e ad un’ottima sceneggiatura, il risultato è eccellente.

Per quanto riguarda il finale, su tumblr qualcuno l’ha definito il finale “più forever alone di sempre”. Ma io non credo. I continui “refresh” sono in realtà una presa di coscienza, e capire sè stessi e gli altri, in realtà, è l’inizio di tutto.

Termino qui riportando un’altra frase di Erica, un pò marginale rispetto alla trama del film, ma che mi ha comunque colpita.

Su internet non si scrive con la matita Mark, ma con l’inchiostro.

Read Full Post »

Tumblr ed io…

Sì, mi sono iscritta anch’io su Tumblr

E sì, stasera guarderò V per Vendetta! XD

Read Full Post »

Finalmente fra le nuvole grige che insistentemente si annidavano intorno a me riesco a scorgere la luce! E non solo in senso metaforico! Oggi per la prima volta dopo settimane fuori c’è il sole! Ciò non può che contribuire al mio buon umore! 😀 Ma veniamo al post! Oggi sono così felice che sentivo il bisogno di comunicarlo al mondo :P. Ed ecco tutti quei piccoli elementi che hanno contribuito a questo bellissimo stato d’animo:

  • fra una settimana non sentirò più parlare di diritto costituzionale! Mi stavo anche appassionando, ma quando è troppo è troppo!
  • ho scoperto che il prossimo semestre le lezioni iniziano a mezzogiorno, quindi non mi dovrò più svegliare all’alba!
  • sempre in tema università, manca ormai poco alle lezioni del mio adorato professore!! *_* E manca poco anche alle lezioni di medicina legale! Spero siano interessanti come immagino! Oggi me le sono pure sognate 😛 .
  • grazie a Blu presto avrò tutta la serie di Bleach nella mia libreria! *_*
  • oggi è il compleanno di Ruota (altro che san Valentino! XD)! Per chi non sapesse chi è Ruota (diminutivo di Ruota di Scorta), eccolo: È il protagonista di Oh Dal Ja’s Spring, drama coreano che ho trovato semplicemente adorabile! Ma soprattutto ho trovato adorabile lui! *_* AUGURI RUOTA!!!
  • ehm, ricomponendoci, ho lasciato per ultimo il motivo più importante, il motivo per cui so già che starò tutta la mattina col sorriso stampato in faccia come un’ebete. Ho aggiunto Neil Gaiman (sì, NEIL GAIMAN!!) su Twitter!! Ancora mi è difficile realizzarlo… Ora saprò sempre cosa quell’uomo starà facendo! Se è un sogno vi prego di non svegliarmi! Penso che per prolungare ancora un pò questa bella sensazione mi guarderò MirrorMask, film che ha realizzato insieme a un altro grande artista che gode di un posto speciale nel mio cuore, Dave Mckean (a proposito, ci sarà anche lui su Twitter??). Finisco il post quindi con il suo trailer:

E come disse Jane:

Di felicità si può morire?

Read Full Post »

The Other Regina

Raccomando a tutti una bella visita al sito di Coraline. Sono post che ne parlo, ma adesso il sito penso sia arrivato al suo stadio finale. Eh che stadio! Credo di non aver mai visto un sito fatto meglio, è spettacolare! Ci vogliono un bel pò di secondi prima che si riesca a caricare le pagine, ma merita davvero, e l’attesa la vale tutta! Il sito è si compone del mondo di Coraline, la sua casa, il giardino, tutto! Ricorda in questo molto il sito del film di Stardust (sarà che tutti i film tratti da romanzi di Gaiman meritino un’attenzione particolare? 😛 ), ma solo per come è organizzato, questo è senz’altro superiore! L’ho scoperto ieri, e oggi non sono ancora sicura di aver finito di girarlo tutto!! Il trailer lo si può vedere comodamente seduti nella poltrona di un teatro, se vogliamo possiamo partecipare ad una lettuta delle foglie del the, andare al circo, visitare le varie stanze della casa, suonare il pianoforte… Senza contare da un punto di vista più pratico tutto ciò che si può scaricare: poster, wallpaper, segnalibri & CO! Inoltre non si riescono a contare tutti i video presenti, alcuni con lo staff (a proposito, il video dell’art director baffuto è il migliore! XD ), altri con scene tratte dal film!

the other regina

Ma niente regge il confronto con l’Other Mother’s WorkShop! È semplicemente geniale!! Stamattina ho passato il tempo così, a fare diecimila versioni di un’altra me stessa! Il workshop mette a disposizione varie cornici, ma soprattutto vari bottoni, alcuno decisamente improbabili, ma che rendono il tutto alquanto divertente!! In più adesso sono ossessionata dalla musichetta che si sente in sottofondo…

Se il sito aveva lo scopo di metter fame a noi poveri lettori e fedeli seguaci di Gaiman, bè è riuscito senz’altro nell’intento! VOGLIO VEDERE QUEL FILM!!! Nel frattempo penso che ancora altre giornate verranno spese in quel sito, che, ripeto, è un qualcosa di spettacolare!

Read Full Post »

Da poco è online il sito ufficiale per il film di Coraline, in verità c’è ben poco (diciamo pure niente), ma sicuramente a breve ci saranno più contenuti, non resta che aspettare!

See you soon~

Read Full Post »

Che bello avere una sedia che ormai ha assunto la propria forma, altro che ergonomicità! Stai incollato alla tua sedia/poltrona 24h su 24, e vedrai che l’effetto Homer Simpson non è tutta fantasia! 😛

Comunque, come al solito, vi porto le mie news [miei perchè, sempre come al solito, interessano solo a me, ma ciò non mi impedisce di rendere partecipi i miei cari lettori (???)]. Yosh! Iniziamo!

Allora, per prima cosa devo comunicare che credo di essermi del tutto persa nel mondo di Nodame… Quindi, per coloro che ne sono ossessionati come me (o anche se la loro ossessione raggiunge un decimo della mia 😛 ), ho alcuni siti da consigliare:

SMO Project, un sito di traduzioni di manga giapponesi, tra i quali troviamo appunto quello di Nodame. Nel forum, nella sezione Spoiler, potete trovare poi anche i riassunti dei capitoli più recenti!

NCIS, un altro sito di traduzioni, però inglese! Ebbene, in italiano sono disponibili i capitoli sino al 20, potevo io avere pazienza e aspettare? Ma naturalemente no! Quindi in questo sito trovate i capitoli sino al 119 (una bella differenza no?).

The S Orchestra, una comunità interamente dedicata al mondo di Nodame Cantabile, e, se vi iscrivete, potete accedere anche le raw dei nuovi capitoli del manga (eh sì, non mi bastava neanche leggerli in inglese, adesso anche in giapponese!!! ahahah…), adesso siamo a quota 124! Con grandi, grandi e piacevoli novità! 😀

nodame cantabile

Grazie a questi siti ho avuto la certezza di non essere poi la sola ad apprezzare questa straordinaria storia! Ah… Felicità!

Comunque, con molto ritardo, annuncio anche la messa in onda da parte di Italia 1 di Friends!!!! Il mio secondo telefilm preferito!!! Fantastico!! Senza contare che lo trasmettono dalla prima stagione, che non avevo mai visto, quindi ce n’è abbastanza per essere al settimo cielo! Peccato solo che danno un unico episodio al giorno… potevano anche metterne due! T_T In ogni caso, come dice il detto, chi si accontenta gode, ed io in effetti non posso che essere felice!! Mai un telefilm mi ha fatto ridere così tanto, e di telefilm vi posso assicurare che ne ho visti abbastanza! Le avventure di Joy, Ross, Rachel, Chandler, Monica e Phoebe non possono non piacere ed entusiasmare! Oltretutto questo telefilm ha fatto la storia della tv, insomma ne ha fatto parte per ben 10 anni! Adesso sono ben poche le serie che arrivano a tale traguardo con ancora l’appoggio del pubblico!

friends

Ed ora l’ultima notizia di quest’oggi: ad Agosto la Panini Comics pubblicherà La ragazza che saltava nel tempo (Toki wo Kakeru Shojo). Ho avuto il piacere di vederne il film (proprio da questo deriva la frase time waits for no one!), veramente bello! Ergo, non vedo l’ora di avere fra le mani il manga! Assolutamente consigliato!

In ogni caso, mentre parlavo di manga, mi è venuta in mente anche un’altra fantastica novità! Ormai ne ho parlato tanto, quindi mi aspetto un minimo di memoria! 😛 Quest’autunno c’è un altro appuntamento importante in fumetteria, ovvero quello con il mio hikikomori preferito, Sato-kun!!! Ebbene sì, a breve avrò fra le mani anche Welcome to the NHK!!! Fantastico, non vedo l’ora! Voglio poi sperare in un finale migliore, ovvero in un finale dove lui non tradisca i suoi principi!! Lo pretendo! 😀

nhk ni yokoso

Bè, per tutte queste belle notizie rendete grazie al mio stato vegetativo, e, non meno importante, alla mia sedia dotata di rotelle, che mi permette di alternare fra computer e tv senza problemi! 😛

Read Full Post »

Ed eccomi passare a WordPress! Per i vecchi post vedere il mio blog su splinder!

Spiego anche qui il titolo del blog. La Regina della Melanesia è un personaggio creato da Neil Gaiman e Dave Mckean, due persone che semplicemente adoro, il primo è uno scrittore, il secondo un artista. Insieme sono arrivati a compiere opere quali: La comica tragedia o la tragica commedia di Mr. Punch, Il giorno che scambiai mio padre con due pesci rossi, I lupi nei muri, Coraline, Casi violenti, MirrorMask, Sandman (di cui Mckean ha fatto tutte le copertine), Black Orchid, e molti altri titoli che purtroppo non sono stati ancora tradotti in Italia. Sentirete molto spesso parlare di loro!

Laefe, il mio nick, spiega invece un’altra mia passione, quella per la trilogia di Mr. Pullman: Queste oscure materie (His dark materials). I tre libri che la compongono (La bussola d’oro, La lama sottile, Il cannocchiale d’ambra) sono i miei preferiti. Ed ecco che finalmente qualcun altro si è accorto della loro magnificenza, portando il primo libro sul grande schermo! Ma cosa c’entra Laefe con tutto questo? Adesso ci arrivo! Stando per uscire il film, naturalmente chi di dovere ne ha creato il sito ufficiale, dove è possibile scoprire la forma e il nome dei nostri daimon. Il daimon è, come spiega bene Wikipedia, la manifestazione fisica dell’anima di un individuo, di sesso opposto allo stesso. Nel mondo creato da Pullman tutti hanno un daimon, che con la maturità raggiunge una forma definitiva. Grazie al sito insomma ho scoperto che il mio daimon è un leone, e si chiama appunto Laefe.

Detto questo iniziano i lavori in corso per il blog. Quindi non rimane che dire: a presto! E visitate il mio vecchio blog, si parla del, da poco concluso, festival del cinema di Venezia, a cui ho “partecipato”!

Ah! Ho scelto questo tema, perchè se avessi un regno in quanto regina, vorrei proprio che fosse così!

Read Full Post »